Avvisiamo la gentile clientela che il punto vendita rimarrà chiuso per ferie dall'11 agosto al 2 settembre compresi. Auguriamo a tutti buone vacanze!

  • slide1

Terminano gli incentivi statali per la sostituzione degli infissi. Perchè affrettarsi?

Terminano gli incentivi statali per la sostituzione degli infissi. Perchè affrettarsi?

Gli incentivi statali per la ristrutturazione e il miglioramento dell'efficienza energetica della casa previsti dal nostro legislatore nella Legge Finanziaria per il 2017 saranno disponibili ancora per poco visto che il 2017 è ormai agli sgoccioli. La sostituzione di serramenti, in particolare, beneficia fino al 31 dicembre della detrazione del 65% di una spesa massima di 60.000 Euro.

Se si vogliono fare lavori di ristrutturazione della casa e ottenere allo stesso tempo un grande vantaggio economico, sia in termini di risparmio sulle spese sia a livello di riduzione delle spese energetiche per la casa, questo è quindi il momento giusto.
Le condizioni e il funzionamento di questa agevolazione fiscale sono molto semplici e convenienti per il contribuente.

Chi può usufruire dell’ecobonus

In primo luogo, i beneficiari della norma fiscale, chiamata Ecobonus, sono le persone fisiche ovvero tutti i cittadini contribuenti nonché le società che esercitano l'attività d'impresa, le società ovvero le associazioni tra i professionisti e, inoltre, gli pubblici o privati che non esercitano l'attività economica.
A seconda del beneficiario la legge fiscale offre una detrazione del 65% delle spese sostenute (con il limite di cui sopra) dall'Irpef o dall'Ires (l'imposta sul reddito delle società).

In secondo luogo, questa agevolazione è valida per chiunque possieda (a qualsiasi titolo) un immobile a prescindere dalla categorizzazione catastale, come per esempio abitazione, ufficio oppure locale commerciale.
In terzo luogo, gli infissi e i serramenti devono avere determinati requisiti in modo da rientrare nell'ambito della detrazione fiscale del 65%.

In particolare, il tecnico che li installa ed in possesso dell'apposita abilitazione deve certificare e asseverare che gli infissi hanno un preciso indice di trasmittanza.
Inoltre, la superficie del locale in cui vengono installati deve essere delimitato per rientrare tra le condizioni previste dalla legge per il risparmio energetico. Oltre agli infissi e ai serramenti rientrano altresì nell'ambito d'applicazione di questa norma anche i c.d. accessori, ovvero le persiane o gli scuri e anche i cassonetti delle tapparelle. Infine, una volta effettuato il lavoro di sostituzione, il tecnico deve trasmettere in via telematica la sua relazione all'Enea (l'agenzia preposta alle nuove tecnologie, all'energia nonché allo sviluppo economico sostenibile).

Il funzionamento del beneficio fiscale per la sostituzione e installazione di nuovi infissi in pvc è molto facile oltre che estremamente conveniente.
In sostanza, il contribuente (persona fisica o società o persona giuridica) recupera in 65% delle spese effettuate non oltre i 60.000 Euro in dieci anni, un periodo nel quale la spesa detraibile viene ripartita in quote annuali.

La legge Finanziaria del 2018 ha previsto molte modifiche all'Ecobonus per gli infissi e i serramenti. Infatti, l'aliquota di detrazione prevista non è più pari al 65% bensì al 50%.
La differenza del 15% è abbastanza ampia e dovrebbe spingere chiunque ad affrettarsi se si è interessati a questa operazione di ristrutturazione della casa.

Il vantaggio non consiste, infatti, solamente in un dato meramente fiscale o economico ma anche in un beneficio energetico per la casa. L'installazione di infissi o serramenti che isolano meglio la casa contribuiscono sicuramente a creare un notevole risparmio energetico e, conseguentemente, un risparmio economico.